Miglionico Calcio: una luce sullo sport a Miglionico MT

N

e

w

s

 

 M

I

G

L

I

O

N

I

C

O

 

C

A

L

C

I

O

News MIGLIONICO CALCIO 2014/2015 dal Link al QUOTIDIANO della BASILICATA che parla di Sport di PROMOZIONE Lucana

Partita del Cuore BIANCOVERDE fra MIGLIONICO 2014/2015 e ALL STARS del MIGLIONICO CALCIO del PASSATO

  MIGLIONICO 2014/2015: Marino/Deceglie, Rossi, Vulpis, Carrera, Battilomo M., Santoro, Centonze, Battilomo A., Grande, Belviso, Cantisani, Ramundo, Santoro, Lozitiello, Pinto. All.: Mimmo D’Angelo.

  MIGLIONICO ALL STARS: Deceglie/Marino, Lamacchia, Galeota, Parente, Sabatelli, Santochirico, D’Aria, Fattore, Giordano, Deceglie, Andrulli, Venezia, Montemurro, Tataranni, Burgi. All.: Michele Paterino.

ARBITRO: Giovanni Centonze.

RETI:   22’st Montemurro.

NOTE: Serata con temperatura primaverile. Nessun ammonito. Foto Gallery della Partita del Cuore Biancoverde MIGLIONICO CALCIO

>> MIGLIONICO. Una gara prenatalizia con un incontro di cuori. Cuori che hanno dato l’anima nelle tante stagioni disputate con la maglia del Miglionico Calcio. E con la maglia bianco verde,  sono scesi in campo le stelle che hanno brillato negli anni passati, per difendere i colori della squadra castellana.  Il portiere Massimo Marino, quello del record di 8 gare sena subire alcun gol e i gemelli Vito e Giuseppe Deceglie sono voluti tornare  a calcare il terreno  del “Michele Ditrinco” memori di tante imprese e della loro giovinezza quando da ragazzi iniziarono la loro avventura nel calcio. Una serata primaverile, quella di mercoledì scorso,  che ha visto il manto erboso del Ditrinco, deliziato dalle giocate di classe di un Francesco Tataranni, mago delle punizioni, da quelle di piedino magico, Angelo Venezia e da Fabrizio Lamacchia e Uccio Galeota sempre in forma a far scorribande su quelle fasce che tante soddisfazioni hanno fatto raccogliere a Luigi Lambertini, il cobra, assente alla serata. Una serata in cui l’ariete dell’area di rigore, mister 200 gol, Daniele Montemurro, ha riconfermato il titolo segnando di prepotenza il gol vittoria che ha fatto pendere la bilancia, a favore della squadra delle All Stars. Una squadra che nonostante gli anni trascorsi, in campo, non ha lesinato impegno con delle giocate da applausi. Le sgroppate insistenti da una fascia all’altra del fantasista, Vincenzo Andrulli, hanno fatto rivivere nei tanti spettatori e supporter, assiepati sulle tribune, gli anni in cui le scorribande nelle aree avversarie della pantera Andrulli, unite alle incursioni del Cobra Lambertini, con Tataranni e Venezia  a supporto, erano il terrore delle difese avversarie. Ed il gol di Montemurro, che non avrebbe dovuto appendere le scarpette, vista la forma strepitosa ed il fiuto innato del gol, fiuto che potrebbe anche servire anche al Miglionico odierno, è stato il sigillo ad un’azione corale del trio di “Bottiglione”. Al Miglionico di Promozione, mancavano diverse pedine, ma questo non sminuisce il gesto atletico dei ragazzi biancoverdi del passato, guidati in panca dal sempre vulcanico e loquace mister Paterino che ha voluto essere a Miglionico, sua seconda patria, per onorare la richiesta giuntagli direttamente dal Presidente Mimmo Grande, organizzatore della serata spettacolo.  Una serata in cui i neoacquisti, Saverio Belviso, Lorenzo Ramundo e Luca Cantisani, hanno trovato un’ostica difesa di ex bianco verdi che oltre a difendere, in velocità facevano ripartire la loro squadra. Lamacchia, Santochirico, Parente, Galeota, Deceglie, Giordano, sono stati una diga insuperabile con Luigi Sabatelli stopper dal polpaccio da paura per ogni attaccante che all’area si avvicinava.  Tutto facile per l’ex arbitro dell’Interregionale, Giovanni Centonze, che ha tenuto a bada squadre e panchine anche se mister Paterino, non si è esercitato con i suoi proverbiali saltelli conditi da imprecazioni verso un certo “Cristoforo Colombo”!  Il tecnico materano, con l’immancabile block-notes e cartellina degli schemi sotto il braccio, ha avuto vita facile per un successo in esterna, con i suoi ragazzi di una volta, che forse non si aspettava.  Una bella serata – ha dichiarato mister Paterino, per la quale ringrazio tutta la società del Miglionico, alla quale mi sento sempre affezionato per i tanti anni trascorsi qua. Dedico il successo, al mio nipotino, venuto al mondo da poco e per il quale vedo già un futuro avvenire nel calcio!” E conclude con una delle sue battute preferite:  Una via, per gli anni che sono stato a Miglionico non me l’hanno ancora dedicata! Hanno detto solo:  via (nel senso di andare via…) Paterino da Miglionico!Una serata che si è conclusa inevitabilmente con una sosta ristoratrice presso il ristorante “L’Incontro  a degustare del buon cibo, armoniosamente sistemato su una tavola imbandita e colorata di rosso, in perfetto stile natalizio, con l’immancabile torta bianco verde. Antonio Centonze  Link al QUOTIDIANO della BASILICATA che parla di Sport di PROMOZIONE Lucana del 21.12.2014