MIGLIONICO CALCIO: Una luce sullo sport a MIGLIONICO (Matera)

26ª

 

P

a

r

t

i

t

a

 

d

e

l

 

M

I

G

L

I

O

N

I

C

O

 

C

A

L

C

I

O

LA PARTITA del MIGLIONICO CALCIO 2010/2011

26ªgg / 9ªgg Ritorno -Domenica 06.03.11 ACeSport   > FOTO Vedi le foto by ACe ... della partita&Alcune immagini filmate della partita del MIGLIONICOFILMATI 

MIGLIONICO CALCIO-VULTUR RIONERO 1-1       &      RISULTATI 26ª

La FOTO del Protagonista di Giornata   La squadra del MIGLIONICO CALCIO 2010/2011 che ha affrontato il VULTUR - Eccellenza Lucana 2010/2011 La FOTO del Protagonista di Giornata Supporter in MIGLIONICO CALCIO-VULTUR 1-1  - Eccellenza Lucana 2010/2011 La squadra del VULTUR RIONERO 2010/2011 che ha affrontato il MIGLIONICO CALCIO  - Eccellenza Lucana 2010/2011 Supporter del VULTUR RIONERO 2010/2011 che ha affrontato il MIGLIONICO CALCIO  - Eccellenza Lucana 2010/2011
1 GOL di Acito al 19'st  1 GOL di Scippo al 17'pt

Vedi le Cronache e Tabellini della 26ª Giornata da "Il Quotidiano della Basilicata" del 07.03.11 clikkando  >>

Rassegna STAMPA della GIORNATA tratta dal QUOTIDIANO della BASILICATA

MIGLIONICO CALCIO:Salluce, Vinzi, Acito, Galeota (37’st D’Aria), Sabatelli (1’st Tragni), Montemurro(15’st Battilomo A.), Zizzamia, Castoro, Montano,Venezia, Battilomo M.. A disp.:D’Adamo, Artuso, Fattore, Dimucci. All. Motta.
VULTUR RIONERO:Di Matteo, Maiorino(26’st Larotonda),Loverde, Ciccarelli,Carretta, De Clemente, Liccardo(18’st Argenti), Cicia, Scippo, Cirillo, Moccia (30’st Huchitu). A disp.: Sicuro, Cammarota, Marmora, Talamo. All. Camelia.
Arbitro:
Iovine di Napoli (Rago-Autieri).
Reti
17’pt Scippo(V), 19’st Acito(M)
NOTE: Espulsi: Ciccarelli(V) 41’pt, Battilomo M. 37’st. Amm:Castoro,Montano(M), Scippo(V). Rec 1t:1’, 2t:4’.Angoli:9 a 4 per Miglionico.

=>  Per il Miglionico non c’e vittoria.  Scippo porta in vantaggio la Vultur. Mette una toppa Acito nella ripresa. Due espulsioni per foga. Squadre corrette e pimpanti.

MIGLIONICO. Nulla di fatto. Miglionico e Vultur si annullano e si allontanano entrambe dalla salvezza. Per il Miglionico erano vitali i 3 punti ma alla fine ne è arrivato uno soltanto che lascia il  “Ditrinco” imbattuto nel girone di ritorno ma sembra anticipare un altro ritorno per la squadra di Motta, quello in Promozione. Una partita da ultima spiaggia in cui sia il Miglionico che la Vultur hanno lottato e dato l’anima in campo su ogni palla in una gara intensa e vibrante ricca di emozioni. Al 12’ dopo una fase di studio, il primo affondo è del Miglionico. Venezia dalla destra crossa per Montano. Il tiro del folletto miglionichese a portiere battuto incoccia la gamba del difensore che salva la Vultur. Passano 5 minuti e da un calcio da fermo arriva il vantaggio ospite. Batte la punizione Cirillo che scodella a centro area. Difesa miglionichese imbambolata con Scippo che tutto solo ne approfitta e di piatto gonfia la rete gelando il comunale gremito di tifosi ospiti e locali. Risposta miglionichese al 21’ e al 26’ prima con Galeota e poi con Venezia che cercano Zizzamia al centro per due tap-in mancati di un soffio. Al 30’ ci prova Venezia in slalom ma Di Matteo gli chiude la via della rete. Al 33’ è Montano ad avere sui piedi la palla del pareggio ma è bravo Di Matteo a stendersi e deviare in angolo. Sempre Montano ci prova al 35’ con un tiro dal limite senza fortuna. Al 41’ l’espulsione per doppia ammonizione di Ciccarelli lascia la Vultur in 10. Nella ripresa al 1’ è Galeota a non approfittare di un regalo della difesa ospite cincischiando al momento del tiro. Al 3’ è Salluce a salvare la rete su un veloce contropiede ospite, bloccando il tiro di Scippo tutto solo lanciato a rete. Il Miglionico prova ad imbastire trame che si perdono negli ultimi 15 metri ma al 19’ l’insistenza del Miglionico viene premiata. Di forza prima Venezia, poi Montano provano a penetrare in area senza fortuna. La sfera finisce sui piedi di Acito che di piatto da pochi passi, con violenza la scaglia in rete. Dopo l’1-1 si vede l’uomo in più del Miglionico. Al 23’ ancora Di Matteo nega la rete ad una saetta di Montano diretta all’incrocio dei pali mentre al 28’ il brillante Castoro solo davanti al portiere, dopo uno slalom spreca il vantaggio con un diagonale che si perde a fil di palo. Al 32’ è Zizzamia a saettare a rete ma a portiere superato è Larotonda che salva sulla linea di porta. La Vultur chiusa a difesa del risultato si rivede in zona gol con un tiro dal limite senza pretese di De Clemente. Miglionico insiste alla ricerca del vantaggio. Al 36’ ci prova Castoro dal limite. Fuori di poco. Al 37’ la seconda espulsione per doppia ammonizione del buon arbitro cai, Iovine di Napoli, ristabilisce la parità fra gli uomini in campo. A pochi minuti dal triplice fischio è Montano ad insistere dalla sinistra ma il suo cross trova il pronto tap-in di Venezia ma la sfera sorvola la traversa e finisce sul fondo e sul fondo resta il Miglionico. Per la Vultur con una gara in più da disputare, un punto salutare. Antonio Centonze dal Quotidiano della Basilicata del 07.03.11.

=>Le interviste: Un punto importante quello conquistato oggi - esordisce un serio mister Camelia. Stavamo controllando agevolmente la partita dopo essere passati in vantaggio. Nel primo tempo non abbiamo rischiato nulla. Quell’espulsione, ingiusta a mio parere, ci ha chiaramente messo con le spalle al muro e nella ripresa abbiamo subito il pareggio e consentito al Miglionico che aveva l’uomo in più di affondare più volte.” Animo triste questa volta quello del mister miglionichese. “In questi tre punti ci credevo – precisa mister Motta. Erano importantissimi da conquistare contro una diretta concorrente. Niente da fare. Basta una sola azione avversaria e subiamo gol. Anche oggi con una palla inattiva siamo andati in svantaggio. Nella ripresa abbiamo provato a sfruttare l’uomo in più ma non siamo riusciti a centrare la vittoria. Adesso la salvezza si complica ma noi non molliamo fin quando la matematica non ci condanna.ACe

Mister Nicola MOTTA - Miglionico Calcio 2010/2011 Mister Motta << Commento tratto da QUOTIDIANO della BASILICATA del 10.03.2011> > & Prossima giornata  27ªgg/ 10ªgR

=> Un ultimo posto che a 7 dal termine fa paura. Il gol di Acito ha fruttato un solo punto. Il terz’ultimo posto che vale la salvezza è a 4 punti. Finché la matematica non ci condanna!  

MIGLIONICO. E’ un Miglionico ammalato di “pareggite acuta e cronica quello che domenica con il nono pareggio di stagione si è adagiato sul fondo della classifica di Eccellenza. Solo 18 punti conquistati dalla formazione bianco-verde in un campionato cui mancano solo 7 giornate da disputare. Un ultimo posto solitario a 4 lunghezze da una possibile salvezza, il terz’ultimo posto, nel caso non retrocedesse alcuna lucana dalla serie “D” e un miraggio invece la salvezza con una puntata di 1 a 10 nel caso qualcuna delle lucane di “D” retrocedesse  e le conseguenti retrocessioni in Promozione diventassero non 2 ma 3. “E’ un Miglionico che pur producendo una buona mole di gioco non riesce a vincere le gare casalinghe –precisa l’ad Maurizio Buono che aggiunge: Stiamo inanellando una sfilza di pareggi che purtroppo ci penalizzano. Avessimo conquistato almeno un terzo di vittorie nelle gare interne staremmo in piena corsa per una salvezza tranquilla. Purtroppo solo pareggi in casa e sconfitte maturate fuori casa dove incide a volte anche il fattore campo ma solo …per le altre squadre. In casa non siamo riusciti ad essere incisivi. Solo 2 vittorie e 7 pareggi per 13 punti in 25 gare giocate. La squadra ci mette impegno e volontà ma in zona gol pecchiamo di troppa imprecisione. Anche domenica roba da strapparsi i capelli. Almeno tre nitide palle gol buttate al vento. Noi ad attaccare per prendere i 3 punti contro una diretta concorrente siamo riusciti a sbagliare l’impossibile mentre la Vultur che si è difesa bene visto che anch’essa era con l’acqua alla gola, sulla prima ed unica azione e su palla inattiva ha sorpreso difesa e portiere e ci ha infilzato. Ecco l’altra pecca: le palle inattive. Fra rigori e punizioni un alta percentuale di mancate vittorie sono giunte da palle ferme.E domenica, l’unico ad abbozzare un sorriso è stato il beniamino di casa, l’under Nunzio Antonio Acito detto Nino, alla sua prima volta in Eccellenza. “Sono contento per la realizzazione ma spiace non aver centrato una vittoria in cui dirigenza e squadra ci credevamo. Sin dal primo minuto siamo stati con insistenza nell’area rionerese alla ricerca del vantaggio. Invece del nostro di vantaggio è arrivato il loro e poi si sono un po’ chiusi ma nella ripresa le abbiamo provate tutte. Penso sia stata una bella partita e anche corretta al di là delle due espulsioni per l’importanza della posta in palio.” Il gol ? Lo dedico a mio padre che mi segue e mi incita tutte le domeniche. Peccato che abbia fruttato un solo punto!”. Un punto che mantiene accesa la fiammella. Antonio Centonze.

Saluti al tifoso più lontano e assiduo del MIGLIONICO CALCIO: Cico che ci segue da Farah in Afghanistan. Miglionico (MT) ITALY - FARAH AFGHANISTA 4130 Km  by ACe Antonio CENTONZE webMest www.MIGLIONICOCalcio.it  - Miglionico Calcio 2010/2011

www.MiglionicoCalcio.itTorna alla HomePage www.MIGLIONICOCALCIO.it